lunedì 1 marzo 2010

Castellammare - Patti 64 - 55

Parziali: 10 - 18, 19 - 32, 46 - 43, 64 - 55
Tabellini Castellammare: Laudicina 4 Grignano 18 Ganci 1 Casula 26 Lentini 11 Trovato 2Vaccaro 2 Senia NE Di Benedetto ne.
Tabellini Patti: Cangemi 18 Rizzo 0 Dominguez 7 Giordano 3 Kramer 19 Milone 0 Imbesi 4 Russo 4
Commento:
Tensione, incredulità, delusione, rabbia, convinzione, grinta, euforia, lucidità, gioia.Questa la successione di emozioni provate ieri, emozioni che le mie bimbe, mai come questa volta "mie", hanno dato a me e credo a tutta la gente che ieri, in maniera sempre più numerosa e calorosa, ha assistito alla partita.Gara più che mai dai 2 volti, come ormai ci piace fare da un pò di tempo a questa parte, con i primi 2 quarti in cui non siamo riusciti a prendere le contromisure ad un avversario ben disposto in campo,ed i secondi 2 quarti in cui, credo, abbiamo espresso una pallacanestro di un'altra categoria e probabilmente la migliore di quest'anno.Due le chiavi del match: difesa e gioco di squadra, mancando le quali diventa impossibile tentare di giocare le partite e si rischia, per come stava succedendo ieri, di fare pessime figure. La svolta all'intervallo, quando nello spogliatoio ho urlato tutta la mia rabbia a un gruppo che se vuole può dominare gli avversari, può non conoscere confronti ed ostacoli, ma se non vuole, è molto peggio di qualsiasi squadretta propaganda. E allora difesa, quella fatta di aggressività ,voglia di lottare su ogni pallone, rotazioni, cambi aggressivi sui blocchi, tagliafuori, quella che ci ha permesso di far perdere diversi palloni agli avversari per limite dei 24 secondi; gioco di squadra in attacco, fatto di velocità, circolazione di palla, flash, letture e tiri puliti, dove non importa chi lo prende, l'importante è costruirlo assieme. Le "bombe" di Fede, i canestri di Giusy e Vale, sono stati costruiti dalla squadra, dai giusti movimenti, dai passaggi veloci, e non sono stati, viceversa, frutto di invenzioni sporadiche, come spesso accadeva nel passato. E quindi è doveroso esaltare il lavoro di tutte, da chi ha lottato come un leone sotto canestro (Loretta, straordinaria in difesa in marcatura su Kramer, Giusy, tornata dominatrice lì sotto, e Vale, nonostante la schiena bloccata e la puntura prima di entrare in campo), a chi ha segnato e fatto segnare (Fede, poco da dire se non che è così che la voglio io), a chi, nonostante fosse stata penalizzata oltre misura dai falli, e nonostante io non sia stata particolarmente carina (ma spero capisca il momento di tensione), si è messa al servizio della squadra leggendo perfettamente le situazioni offensive e difensive (Laudi), a chi, nonostante qualche sbavatura, più che legittima dopo una stagione fin qui ottima, non ha fatto mai mancare il suo supporto (Ganci ed Ele), a chi, dalla panchina, è stata più che mai presente (Marzia e Milena).
E' questo lo spirito che cerco, desidero e che spero ci accompagni da qui fino alla fine di questa stagione, affinchè possiamo ricordarci di noi stesse un domani, perchè non sono le grandi imprese a farci grandi, ma le piccole gioe quotidiane.
L'augurio è che ogni mia bimba non smarrisca mai la voglia di sacrificio,abnegazione e voglia di esser felici con e per la pallacanestro, anche quando non si attraversano momenti allegri, anche quando qualche incomprensione di troppo rischia di innalzare oltre misura il peso dello stare insieme e del muoversi tutte verso un fine comune. E' tutto risolvibile, purchè si abbia la capacità di discernere ciò che è giusto da ciò che è dovuto, e con la giusta dose di razionalità e coinvolgimento emotivo si veda sempre oltre, leggendo il perchè degli avvenimenti.
Il perchè del mio stare in palestra l'ho espresso più volte, e non mi appartiene solamente quando si vince ma soprattutto quando tutto va male, perchè è proprio lì che bisogna decidere di se stessi, se mandare tutto a puttane o se provarci, per l'ennesima volta.
Ogni giorno in palestra è una sfida, e la vittoria della domenica è la quadratura del cerchio settimanale, e la vittoria mi dà gioia tale che, per me, non ha eguali.
Come sempre, anche questa volta, alla prossima.
Maura.

3 commenti:

ipod ha detto...

Favorevolmente mi hanno documentato su quello che state facendo nel vostro campionato e mi sono permesso di scrivere qualcosa sul mio blog.www.misterbuono.blogspot.com Spero di aver fatto cosa gradita a tutti.L'augurio personale che possiate portare ai vostri tifosi tante soddisfazioni.
cordialmente luigi buono

sslumanita ha detto...

grazie mille...magari servirà per portare al palazzetto un pubblico più sostanzioso, grazie ancora.

ipod ha detto...

Spero tanto che il mio contributo possa portare altri appassionati a vedervi giocare. Ma a Castellammare sto assistendo ad un comportamento strano di coloro che dicono di amare lo sport. Voi state facendo un bel campionato e viene a vedervi poca gente. La stessa cosa succede in Promozione, nel calcio. Terzi in classifica e con buone possibilita' di disputare i Play-off per la promozione in eccellenza e questo non basta a portare più gente allo stadio.Comunque il motto e' non fermarsi mai e credere sempre in quello in cui uno crede. Un cordiale saluto a tutte voi e allo staf augurandovi tantissime soddisfazione. Cordialmente Luigi BUONO